L’uomo è sia prodotto che creatore del proprio ambiente, che gli dà sostentamento e gli permette di dedicarsi alla propria crescita intellettuale, morale, sociale e spirituale. Nel corso di una lunga e tortuosa evoluzione, l’uomo è arrivato al punto in cui, grazie al rapido sviluppo di scienza e tecnologia, è stato in grado di acquisire il potere di trasformare il proprio ambiente in un modo mai visto prima.

Le Nazioni Unite, consce di quanto sia cruciale la protezione e lo sviluppo dell’ambiente e di quanto la salvaguardia dell’ambiente protegga il benessere delle persone e lo sviluppo economico in tutto il mondo, hanno deciso di celebrare il 5 giugno la Giornata Mondiale dell’Ambiente. Questa giornata permette di ampliare la consapevolezza perché ogni individuo, impresa e comunità arrivino ad avere un’opinione illuminata e una condotta responsabile nei confronti dell’ambiente. Da quando è stata istituita nel 1974 è cresciuta fino a diventare una piattaforma globale che è largamente celebrata in giro per il mondo.

Il tema di quest’anno è CONNETTERE LE PERSONE ALLA NATURA.

È ora di uscire di casa, immergersi nella natura. Apprezzarne le meraviglie e pensare a come noi facciamo parte dell’ambiente, a come possiamo interagirci positivamente. Non solo influenziamo profondamente la natura, ma ne dipendiamo anche noi profondamente. Dobbiamo trovare il modo di vivere l’ambiente divertendoci e tenere viva e forte la nostra relazione con quello che ci circonda. 

Miliardi di persone vivono in contesti rurali e quindi sono quotidianamente a contatto con la natura e riescono ad apprezzarne appieno il valore e l’importanza che ha per noi: devono sapere dove trovare risorse idriche naturali, come coltivare al meglio il suolo, come riconoscerne i mutamenti. Loro sono i primi a subire la minaccia a cui sono sottoposti molti ecosistemi, che sia per via dell’inquinamento, del cambiamento climatico o per l’eccessivo sfruttamento.

I doni della natura sono spesso di difficile valutazione in termini economici. Spesso, come l’aria pulita, sono dati per scontati, finché non scarseggiano. Gli economisti, però, stanno sviluppando metodi per misurare il valore inestimabile dei cosiddetti servizi all’ecosistema, dagli insetti che impollinano alberi da frutto al benessere psicofisico, spirituale e di intrattenimento che può darci un’escursione su per una valle e sperano che questo aiuti Stati e aziende a guidare i popoli verso una scelta consapevole sulla questione ambientale.

E allora oggi usciamo tutti. Usciamo e scopriamo chi e cosa dobbiamo difendere ogni giorno dalle minacce a cui noi stessi sottoponiamo l’ambiente.

Clicca qui per scoprire di più sul tema di quest’anno

Yasanthi Ilayperuma
Local Officer on Human Rights and Peace

Questo sito utilizza cookies per ricordare i tuoi dati. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies per permetterti una miglior esperienza di navigazione. Continuando a utilizzare questo sito, ne acconsenti l'utilizzo da parte del nostro sito.

Chiudi